COMUNICAZIONI 2014 - 2017

Comunicazione 43 del 24/11/2017

Informo tutti i Soci che, nella riunione del Consiglio Direttivo del 31 Ottobre 2017, è stata definitivamente deliberata la modifica del Regolamento per l'assegnazione del Campionato Sociale che entrerà in vigore dalla stagione 2018. Oltre ad intitolare il campionato a Fulvio PONTI, il regolamento racchiude alcune innovazioni per renderlo più consono all'attuale svolgimento delle prove di lavoro specialistiche.
Nell'apposita pagina del sito, viene pubblicato il nuovo regolamento.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 42 del 26/06/2017

Informo tutti i Soci che il Comitato Esecutivo dell'ENCI nella riunione del 5 giugno 2017, riscontrato il parere conforme della Commissione Tecnica Centrale del 18 maggio 2017 in merito alle modifiche richieste dal Nostro Sodalizio relative al Regolamento per le prove di traccia e di brevetto per le razze BGS e HS, ha deliberato la sua entrata in vigore dal 01 agosto 2017.
Si allega testo integrale Regolamento.

scarica il documento Regolamento prove traccia e brevetto razze da traccia - bayrischer e hannoverischer
in vigore dal 1 agosto 2017

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 41 del 30/05/2017

Informo tutti i Soci che in occasione dell'assemblea ordinaria svoltasi in data 04-03-2017 sono state, fra l'atro, assunte le seguenti deliberazioni.

ASSEMBLEA ELETTIVA PER RINNOVO CARICHE SOCIALI

Al fine di consentire la possibilità a nuovi aspiranti Soci di potersi associare al Sodalizio, è stata inoltrata a ENCI istanza di posticipare l'Assemblea Elettiva a gennaio 2018 anziché a ottobre 2017 come da scadenza naturale. Enci ha accolto tale richiesta con nota prot. 12404 FC/ab del 26.05.2017

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione del Consigliere di Collegamento ENCI – 19 ottobre 2016

In queste settimane si leggono notizie e post relativi alla partecipazione di soggetti italiani a delle prove della ISHV o internazionali che DOVREBBERO essere in rappresentanza della cinofilia italiana.
Voglio far presente che queste sono notizie tendenziose in quanto questi soggetti non rappresentano altro che se stessi non essendo stati selezionati dalla SACT, unica società specializzata riconosciuta dall'ENCI.
Voglio, però, terminare con una nota di speranza, ovvero che questa diatriba interna alla cinofilia italiana, nel nostro caso nel mondo dei cani da traccia, possa prima o poi terminare e dare forma ad una società specializzata più forte e che sia rappresentativa di tutte le varie correnti e che, soprattutto, diventi un punto di riferimento anche per la ISHV.

Il Consigliere di Collegamento
Claudio De Giuliani




Comunicazione 40 del 10/09/2016

Domenica 4 settembre in Val Saisera – Malborghetto Valbruna – ha avuto epilogo il quadriennio di prove dedicate alla memoria del nostro amato maestro Fulvio Ponti.

Quest’anno siamo stati onorati della presenza del Presidente dell’ENCI Dott. Dino MUTO che e’ rimasto entusiasta non solo dell’organizzazione impeccabile, ma delle qualità tecniche/cinofile dei nostri cani dei quali aveva, fino a domenica, sentito solo parlare. Ha altresì promesso l’impegno massimo dell’Ente per una soluzione del complesso nodo legato ai rapporti con l’estero, affermando che una cinofilia di nicchia come la nostra, non solo merita attenzione, ma anche il massimo rispetto per quanto l’allevamento nazionale ha saputo fare in questi anni ed i soggetti in prova l’hanno ampiamente dimostrato.

È doveroso un ringraziamento a tutti i Comitati Organizzatori che hanno ospitato ed organizzato le cinque prove annuali di qualificazione; un ringraziamento particolare va al Consigliere di Collegamento Claudio De Giuliani ed a tutti gli altri colleghi Esperti Giudici - Bruno Minniti (4 edizioni), Leo Fabiani (2 edizioni), Diego Vassalli (3 edizioni), Osvaldo Valtlini (1 edizione), Amedeo Serraino (1 edizione) e Mauro Finco (2 edizioni), - che in questi quattro anni hanno prestato gratuitamente la loro preziosa opera di giudizio e valutazione in una manifestazione di così alto profilo.

Mi auguro solo che chi assumerà in primavera le redini societarie, non lasci cadere una così qualificata iniziativa ma anzi, ne dia nuovo impulso alimentando quei fuochi di passione che Fulvio ci ha insegnato.

Chiudo condividendo alcune emozioni che pochi giorni dopo la scomparsa di Fulvio ho provato nel profondo del cuore.

IN MEMORIA DI UN AMICO

Amico…
le lunghe notti invernali trascorse nella baita in quota
a parlare di tutto e di niente, di cani, di caccia, del passato, del presente, del futuro,
con la pioggia che batteva assordante sulla lamiera del tetto,
e lo scoppiettare del camino acceso, musica dolce .... per le nostre orecchie

Amico…
le attese all’alba in quell’altana al limitare del bosco
nella bruma del mattino con gli steli ancor grondanti di rugiada
a cogliere il fugace, quanto inaspettato, “rosso” del vecchio capriolo

Amico…
il percepire con il cuore in gola il poderoso bramito del cervo
seguirne in sacrale silenzio l’usta lasciata nell’aria ancor tiepida autunnale
fino a raggiunge l’harem… attendere lo sfilare veloce e sicuro delle amate
fino alla sua spavalda comparsa fra le fronde ormai ingiallite dei centenari larici…
un attimo… un battito di ciglia indelebilmente inciso nella nostra memoria

Amico…
la risata incontenibile nel silenzio profondo dell’alpe quando sulla morena imbiancata,
dopo il lungo agguato, vedevamo sfilare ad uno ad uno in rapida fuga i camosci
guidati dalla “vecchia” allertata di noi dal vento

Amico…
le soste al riparo di un masso a dividere il pane riconoscenti e felici
perché c’era concesso di vivere lassù tra i fiori, di respirare il vento… di sentire Dio…

Amico…
troppo presto un triste giorno di ottobre ci hai lasciato hai scelto altre riserve,
altre praterie su in alto nei cieli. Ed io son perso senza la tua guida sicura,
nel silenzio della baita che odora solo di muffa… sono solo in altana…
la brama del cervo è svanita e non rido più alla fuga dei camosci…

Amico…
le soste son brevi perché il masso più non ripara, l’aria è pesante…
non vedo più i fiori e, con tristezza, mi chiedo… dov’è Dio ?

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE


Comunicazione 39 del 20/06/2016

Stimati Soci

Mi preme mettere in evidenza le Azioni che ENCI, di concerto con SACT, ha messo in atto relativamente alla nota vicenda di esclusione del nostro Sodalizio dal Club ISHV e relativo accreditamento di un New Club denominato SHC (Schweisshunde Club) NON RICONOSCIUTO DALLE ISTITUZIONI ITALIANE ma di fatto meritevole, secondo i vertici onnipotenti di ISHV, di rappresentare l'allevamento Italiano !!!!
Purtroppo la nota serietà teutonica, viene clamorosamente meno, in quanto ad oggi, ad oltre due mesi, nessuna risposta alla missiva è giunta ad ENCI.
Lascio a Voi trarre tutte le dovute conclusioni sulla trasparenza e affidabilità di chi pensa di “governare l'universo” solo perché parla la lingua tedesca sia a nord che a sud delle Alpi !!!!

Allego missive ENCI - Prot. 7605 FC/ab del 04/04/2016 e Prot. 8261 FC/Ap/lm del 08/04/2016

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 38 del 30/12/2015

Si evidenzia a tutti i Soci Conduttori che intendono partecipare a Prove di Lavoro Specialistiche per la stagione 2016, che è stato pubblicato (in formato word) il nuovo modulo per le iscrizioni che riporta la seguente dicitura:

…Inoltre dichiara, sotto la propria responsabilità, che il soggetto per il quale chiede l'iscrizione a questa prova, risulta non inidoneo alla riproduzione così come sancito dall'Art. 11 Regolamento Speciale delle Prove di Lavoro dell'ENCI…

Si raccomanda la massima attenzione al riguardo.
Inoltre si invita a maggiore coerenza e serietà nel partecipare alle prove per le quali si è avanzata domanda senza rinunciare, come molte volte capita, all'ultimo minuto mettendo i C.O. in difficoltà.
Infine si suggerisce di inviare le domande di adesione alle prove ai C.O., almeno tre mesi prima della data prova al fine rendere il compito organizzativo e burocratico dei C.O. più semplice.

Buon anno a tutti !!!!

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 37 del 12/11/2015

Sabato 31 ottobre l’Assemblea ISHV ha deliberato l’esclusione di SACT dal Club.
Chi era presente ha avuto le netta sensazione che tutto fosse già stato precostituito, infatti le più che legittime argomentazioni apportate dalla Dirigenza SACT alle accuse mosse non sono state nemmeno oggetto di minima attenzione e replica alcuna. Tale situazione, tramite il Consigliere di Collegamento, è stata prontamente segnalata all’Enci che ha già inviato nota al Presidente della ISHV e alla FCI.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 36 del 23/07/2015

Pubblico di seguito «virgolettato» il testo integrale della risposta della Direzione Tecnica ENCI in merito alla possibilità di accesso o meno alle prove di lavori di soggetti inetti alla riproduzione ai sensi dell'Art. 11 comma f) Regolamento speciale prove di lavoro.

« Il comma f) dell'art. 11 del Regolamento Speciale delle Prove di Lavoro riconosciute dall'ENCI deve essere letto come “combinato disposto” con l'art. 2 dello stesso “Regolamento”.

L'art. 2 recita: “Le prove di lavoro sono le manifestazioni cinotecniche nelle quali i cani che vi concorrono debbono esplicare il lavoro confacente alle loro attitudini di razza. Avendo Io scopo di individuare e di far conoscere i soggetti maggiormente idonei per l'allevamento, le prove di lavoro servono soprattutto per porre in evidenza le qualità naturali del cane.”.

Ne consegue, pertanto, che scopo delle prove è quello di segnalare i riproduttori ai fini del miglioramento zootecnico delle razze canine. È di tutta evidenza che un soggetto, maschio o femmina poco importa, che risulti inadatto alla riproduzione come previsto dal richiamato art. 11 del Regolamento Speciale delle Prove di Lavoro riconosciute dall'ENCI è escluso dalla partecipazione alle manifestazioni. E poco importa - nell'ottica di quanto sopra espresso - che il soggetto in questione sia un cane valido, per esempio, nel recupero di animali feriti o quant'altro.

L'ENCI tutela le razze riconosciute pure “migliorandone e incrementandone l'allevamento” (cfr. art. 2 Statuto Sociale) cosa evidentemente impossibile con soggetti che, purtroppo, non sono in grado di riprodursi. »

Prego prenderne atto e comportarsi di conseguenza.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 35 del 30/03/2015

Informo tutti i Soci che in occasione dell'assemblea ordinaria svoltasi a Riva del Garda in data 28-03-2015 sono state, fra l'altro, assunte le seguenti deliberazioni.

DELEGAZIONI REGIONALI REGOLAMENTO PROVE DI LAVORO

Sono state apportate le seguenti modifiche al vigente Regolamento

Il testo del regolamento con le modifiche approvate, verrà tempestivamente inoltrato all'ENCI per la indispensabile analisi, valutazione ed approvazione.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 34 del 23/03/2015

Informo tutti i Soci che ISHV con lettera in data 17.02.2015 che allego in tedesco e tradotta in Italiano, ha nuovamente sospeso SACT dal Sodalizio, con riserva di valutarne il definitivo allontanamento in occasione della prossima assemblea che si terrà in Germania nel prossimo ottobre, vietando nuovamente, nelle more, l’utilizzo dei timbri e chiedendone la restituzione.
Con la Dirigenza ENCI, e con il Consigliere di Collegamento, si è concordata la restituzione dei timbri stessi tramite il Supremo Ente, come da lettera che allego.
Lascio a Voi ogni commento sulle motivazioni che nella loro meschinità emergono dagli scritti.
Valutazioni e strategie future al riguardo, verranno discusse e deliberate nell’assemblea ordinaria del 28.03 pv.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 33 del 13/03/2015

Informo tutti i Soci che il giorno Sabato 28 marzo 2015 alle ore 11,00 a RIVA del GARDA presso la Sala della Comunità in Via Rosmini 5b, è convocata l’Assemblea Ordinaria dei Soci del nostro Sodalizio.
La convocazione è in consegna a tutti i Soci in questi giorni tramite il servizio postale nazionale.
Auspicando una presenza numerosa, pubblico convocazione e O. di G.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE



Comunicazione 32 del 30/12/2014

Vi allego lettera aperta ricevuta dal Neo Consigliere di Collegamento con ENCI.
Bravo Claudio, complimenti per la sensibilità che stai fin da subito dimostrando

Al presidente Sact
Al consiglio direttivo
Alla segreteria
Al comitato tecnico
Al referente responsabile per i rapporti con l’estero
Al collegio dei sindaci revisori
Al collegio dei probiviri
Ai Soci


Carissimi

In data 27 novembre 2014 il Consiglio Direttivo dell’Enci mi ha designato Consigliere di nomina Enci in seno al Consiglio Direttivo della Società Amatori Cani da Traccia (SACT), incarico che ho accettato ben volentieri, in quanto, come molti di voi sapranno, seguo il mondo del cane da traccia sin dal lontano 1974, quando iniziai a frequentare Fulvio Ponti, Leo Fabiani, Gianni Benasso, il Marchese Cavalcabò e, più tardi, Roberto Gatti e Ivan Torchio, figure storiche di questa fantastica disciplina cinofilo-venatoria.
Pur non essendo più parte attiva di questo mondo, seguo sempre con interesse l’evoluzione delle nostre due stupende razze, così come, anche se da socio-spettatore, mi interesso della vita del sodalizio e qualche volta, esposizioni permettendo, mi piace accettare gli sporadici inviti a giudicare una prova di traccia.
Il mio coinvolgimento nel Consiglio Direttivo della SACT sarà esclusivamente di vigilanza e controllo sull’attività associativa, cercando ovviamente di dare anche il mio modesto contributo come appassionato di queste due razze e della disciplina del recupero.
Colgo l’occasione dell’arrivo del nuovo anno per augurare a tutti voi, anche da parte della Presidenza e del Consiglio Direttivo dell’Enci, un felice e proficuo 2015, ricco di soddisfazioni cinofile.

Un caloroso Weidmannsheil
Claudio De Giuliani

Cellulare 340 8581285
Email cdegiul@tin.it



Comunicazione 31 del 22/12/2014

Il Consiglio, nella seduta del 20 us. ha dato il benvenuto al Consigliere di Collegamento ENCI neo eletto Esperto Giudice Claudio DE GIULIANI augurando allo stesso buon lavoro in una sicura ottica collaborativa con il Direttivo, che ne distinguerà l’operato trattandosi di persona assai preparata e sensibile alle problematiche del nostro microcosmo. Al riguardo si ringrazia l’ENCI per aver effettuato una così oculata scelta.
Ulteriori delibere assunte:

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE

Comunicazione 30 del 22/12/2014

Si comunica che l'Assemblea Generale del 25.10.2014 ha eletto i seguenti Soci alle varie cariche previste dalla Statuto Societario:

Consiglio
Dr. NEVE Stefanovoti n. 217
ZANONI Giannivoti n. 214
CAGNONI Alexvoti n. 211
CUFFARO Francescovoti n. 211
MORASSI Piovoti n. 211
FINCO Maurovoti n. 211
Sindaci
SERRAINO Amedeovoti n. 214
BARTESAGHI Giannivoti n. 211
GATTI Paolovoti n. 208
Probiviri
Avv. HOERTER Petervoti n. 214
Avv. CELLA Piero voti n. 211
Arch. PANIGADA Ferdinandovoti n. 211

Nella prima riunione del Consiglio Direttivo del 09.11.2014 sono state attribuite le seguenti cariche:

PresidenteDr. Stefano NEVE
Vice PresidenteGianni ZANONI
Mauro FINCO
Segretario (esterno)Bruno MINNITI
Consiglieri Francesco CUFFARO
Alex CAGNONI
Pio MORASSI
Collegamento ENCIClaudio DE GIULIANI
(nomina ENCI del 27.11.2014)
Responsabile allevamento BGSLido MOVIGLIATTI
Responsabile allevamento HSBruno MINNITI

Nota del Presidente

Si conclude sicuramente un anno di massimo travaglio per il Sodalizio, certamente il più oscuro ed inquietante dalla propria fondazione. Tutti infatti siete ben a conoscenza delle decisioni assunte lo scorso mese di aprile dall’ ENCI, di tramutare l’istituito Commissariamento ad Acta in Straordinario, mantenendo inalterate, come se non fossero state affrontate, discusse e risolte, le tre motivazioni che avevano dato origine al Commissariamento stesso.
Non giova a nulla recriminare e polemizzare sulla vicenda, ma allo stato, a Commissariamento chiuso e risolto, segnalo come nessuna documentazione ufficiale al riguardo risulta negli atti societari, trattandosi di documenti “interni Commissario – Enci “, come dallo stesso Avv. Marcellino più volte ribadito. Ciò, a mio parere, dimostra una mancanza di stile e rispetto nei confronti dei Soci (veri e unici “proprietari” del Sodalizio) e del deposto Consiglio che non è stato pertanto in grado di condividere e/o contestare le iniziative poste in essere per risolvere problematiche, così gravi da portare ad un Commissariamento così tranciante, precludendo così alcuni diritti fondamentali che sempre dovrebbero essere garantiti, uguaglianza, informazione e difesa. Di fatto si è assistito ad un tentativo messo in atto da uno sparuto manipolo di soci (e non), di impossessarsi della gestione integrale societaria, denigrando falsamente e ad arte l’operato della Dirigenza, legittimamente quanto plebiscitariamente eletta, su ogni fronte Nazionale ed Estero.
La genesi di tutto ciò ? ........... molto semplice !!!
L’aver cercato di porre fine ad un monopolio relazionale con i Club Esteri interni ad ISHV che per decenni è stato ad appannaggio esclusivo di una cerchia di pochissimi eletti (per auto-proclamazione) che non ha accettato le oggettive evidenze esternate dalla Dirigenza Sociale su argomenti importanti come importazione/esportazione cuccioli, accoppiamenti ecc..., ritenuti “fatti esclusivamente privati”
Di fronte a tutto ciò credo fermamente, che le Istituzioni siano state vittima degli eventi, in assoluta buona fede, subendo una sorta di deviazione basata su verità distorte come, almeno ho avuto questa impressione, lo stesso Commissario ha potuto constatare e, spero vivamente, riportare nelle relazioni ufficiali.
I responsabili di tutto ciò, mi auguro che siano presto perseguiti dagli Organi competenti, in maniera di evitare in futuro che azioni così miserabili possano compromettere e minare le fondamenta di un Sodalizio la cui base, e le ultime elezioni assembleari l’hanno ampiamente dimostrato, non si riconosce certo in tali personaggi.
Mi fermo qui, ribadendo il mio fermo impegno di quanto enunciato in assemblea; saranno i fatti a parlare mettendo in atto tutti quei punti del programma, già presentato nel febbraio 2013, bruscamente interrotto, che sicuramente porterà nuova linfa vitale al Sodalizio.

Il Presidente
Dr. Stefano NEVE